Il Bauhaus, una scuola d'avaguardia

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Tra gli autori di spicco del Razionalismo in architettura negli anni venti del Novecento c'è il tedesco Walter Gropius (1883-1969), fondatore della scuola più innovativa sia in Germania che in tutta Europa.

L’edificio più significativo dell’architettura Moderna venne costruito nel 1925-26 a Dessau (Sassonia-Anhalt), divenendo la più importante tra le istituzioni scolastiche superiori d’istruzione artistica mai concepite in questo periodo.
La pianta ha una forma di due elle che si intersecano perpendicolarmente tra di loro, formando un complesso strutturale unico ben articolato in un movimento elicoidale, mentre una strada attraversa la parte centrale per il transito di automobili, grazie all’utilizzo di massicci pilastri in cemento armato che sorreggono il blocco degli uffici amministrativi-dirigenziale soprastanti.
I nuovi materiali consentono di rendere più fruibili gli spazi senza vincoli di alcun genere, come ad esempio l’edificio vetrato esternamente, dove le facciate perimetrali sono svuotate da muri per far posto alle intelaiature di acciaio e a spessi vetri riflettenti all’esterno (a controllo solare senza essere scaldati troppo) trasparenti all’interno e per permettere un’ampia illuminazione naturale dei laboratori. Un altro blocco architettonico, posto all’estremo opposto dei laboratori, è adibito ad aule per diverse mansioni: didattica teorica, mensa, auditorium, biblioteca, sala professori, sale per le esposizioni provvisorie di oggetti creati dagli studenti, sale per le conferenze, tutto all’insegna di una scuola funzionante che metta i discenti nelle condizioni più adeguate di apprendimento. Una palazzina bianca dell’intero complesso è costituita da ventotto alloggi riservati agli alunni, muniti di balconi aggettanti, bagni e di una palestra nella zona seminterrato.
Il Bauhaus Schule è tutto in cemento armato, sviluppato in semplici forme geometriche solide di parallelepipedi che si armonizzano tra di loro in proporzione, altezza e funzionalità, tutto incentrato in linee dritte ortogonali tra di loro. Viene abolita qualsiasi forma di decorazione sulle superfici murarie esterne, per far risaltare l’essenzialità e la funzionalità, un’idea creativa progettuale di estrema razionalità.
L’arredo di tutta la scuola e degli alloggi fu progettato e realizzato dagli studenti con la collaborazione dei docenti, favorendo una specie di esposizione permanente in una prospettiva rivoluzionaria di design d’avanguardia.
Vi insegnarono docenti di spicco, come i pittori Vasilij Kandinskij (1866-1944) che tenne lezioni di pittura murale, e Paul Klee (1879- 1940), che si dedico' alla didattica della teoria della forma (esponenti dell’Astrattismo), Johannes Itten (1888-1967), che insegnò la teoria del colore. Nel 1928 Gropius lasciò la dirigenza della scuola; al suo posto subentrò l’altro architetto di fama internazionale, Ludwig Mies van der Rhoe (1886-1969) che rimase sino alla chiusura definitiva, avvenuta nel 1933 per il clima politico avverso causato dal partito nazionalsocialista, soffocante, duro, verso qualsiasi forma innovativa, progressista. Walter Gropius tracciò la linea da perseguire per la progettazione di un linguaggio architettonico completamente originale, grazie soprattutto all'uso di materiali nuovi.


Architetto: Walter Gropius
Opera: Bauhaus,1925-1926
Località: Dessau, Germania
Tipo: Scuola
Scopo: Unire arte e design


Back to Top